Notice
  • Accetta i Cookies

    Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro utilizzo.

    Per maggiori informazioni

Contenuto libro

PDF  Stampa  E-mail 

Nato all'interno del progetto Le Novene natalizie al suono delle zampogne a chiave ed il legame tra religione e tradizione, il volume con il CD allegato ricostruiscono una complessa cultura musicale che, incentrata sulla Zampogna a chiave e sulla surdulina, informa e connota da tempo immemorabile la vita di un'intera comunità, sulle pendici lucane del Parco Nazionale del Pollino.
Grazie alle registrazioni raccolte negli anni da ricercatori come Roberto Leydi, Pietro Sassu e Nicola Scaldaferri fino alle più recenti acquisizioni conseguite da gruppi di suonatori impegnati nella riproposta di antichi repertori, si offre così — alla lettura e all'ascolto — una documentazione diacronica che spazia dalla musica devozionale delle novene e delle processioni alle pastorali e alle tarantelle per il ballo, restituendoci la pregnanza dei suoni che cadenzano il calendario religioso, rituale e lavorativo di Terranova di Pollino.
Con il corredo supplementare di un'ampia sezione fotografica viene ripercorsa allo stesso tempo l'attività musicale di tre generazioni di suonatori e costruttori di zampogne, da Salvatore e Leonardo Lanza e Carmine Salamone a Leonardo Riccardi e Giuseppe Salamone fino ai musicisti nati tra gli anni '80 e '90, accomunati dalla condivisione di repertori appresi secondo le modalità di trasmissione orale proprie di una cultura tradizionale.
Da testi, musiche e fotografie scaturisce così l'attestazione di una tradizione dinamica, che vive rinnovamenti e trasformazioni senza mai stravolgere i propri elementi costitutivi, anche nell’accostarsi a nuovi linguaggi, e che giustifica ampiamente la denominazione di Terranova di Pollino ”città custode dell'arte zampognara”.

Zampogna-Tamburello-TotarellaCostruttore zampogne al tornio

Pastorale con Surdulina