Notice
  • Accetta i Cookies

    Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro utilizzo.

    Per maggiori informazioni

Conferimento Patrocinio Legale

PDF  Stampa  E-mail 

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI PATROCINIO LEGALE E RAPPRESENTANZA IN GIUDIZIO

 Approvato con delibera consiliare n. 14 del  13.05.2010

 ART. 1

OGGETTO DEL REGOLAMENTO

1. Il presente regolamento, nel rispetto della normativa vigente e dei principi sanciti nello Statuto, disciplina le modalità ed i criteri di conferimento degli incarichi di rappresentanza in giudizio e di patrocinio dell’Amministrazione.

ART. 2

FINALITÀ

1. I fini cui è ispirato il presente regolamento sono: economicità, efficienza, efficacia, pubblicità, imparzialità e buon andamento della pubblica amministrazione, trasparenza delle fasi di affidamento dell’incarico.

ART. 3

AMMISSIBILITÀ DEGLI INCARICHI

1. Il Comune affida gli incarichi di rappresentanza in giudizio e di patrocinio dell’Amministrazione a legali esterni poiché non possono essere assegnati a personale dipendente per inesistenza delle specifiche figure professionali.

ART. 4

ATTI DI CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI

1. Il responsabile del Settore interessato provvede direttamente con propria determinazione all’affidamento degli incarichi di cui all’art. 1 del presente Regolamento.

2. Gli incarichi sono deliberati dalla Giunta Comunale qualora si tratti di ricorsi avverso atti degli organi di governo dell’Ente o di giudizio da promuovere avverso atti di altre Pubbliche Amministrazioni.

3. La deliberazione della Giunta deve essere dettagliatamente motivata sia in ordine alla peculiarità dell’oggetto, sia in ordine alle qualità professionali e specifiche competenze che l’incaricando deve possedere. 

ART. 5

SELEZIONE MEDIANTE PROCEDURE COMPARATIVE

1. Per l’affidamento degli incarichi di cui all’art. 1 del presente Regolamento, con esclusione degli incarichi di valore superiore alla soglia comunitaria, il responsabile del Settore interessato procede, fatto salvo quanto previsto ai successivi commi ed all’art. 7, alla selezione dei professionisti mediante procedure comparative, pubblicizzate con specifici avvisi, nei quali sono evidenziati:

a) l’oggetto dell’incarico professionale;

b) il compenso previsto.

2. Qualora l’incarico professionale da conferire abbia un valore inferiore ad € 20.000,00, il responsabile del Settore interessato invita alla procedura comparativa di selezione più soggetti individuati tra quelli iscritti alle liste di accreditamento formate ai sensi del successivo articolo 8.

3. Nelle procedure comparative di selezione realizzate con invito, secondo quanto previsto nel precedente comma 2, il responsabile opera secondo il criterio di rotazione.

ART. 6

CRITERI PER LA SELEZIONE DEGLI ESPERTI MEDIANTE PROCEDURE COMPARATIVE

1. Il responsabile del Settore interessato procede alla selezione del Professionista al quale conferire l’incarico, valutando in termini comparativi gli elementi desumibili dal curriculum e le proposte economiche secondo il metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa, di norma sulla base dei seguenti criteri:

  • Abilità professionali riferibili allo svolgimento dell’incarico;
  • Caratteristiche qualitative e metodologiche dell’offerta desunte dalla illustrazione delle modalità di svolgimento delle prestazioni oggetto dell’incarico;
  • Riduzione della tempistica di realizzazione delle attività professionali, se compatibile con la natura dell’incarico;
  • Compenso professionale.

2. In relazione alla peculiarità dell’incarico possono essere definiti diversi o ulteriori criteri di selezione.

ART. 7

PRESUPPOSTI PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI IN VIA

DIRETTA SENZA ESPERIMENTO DI PROCEDURA COMPARATIVA

1. Gli incarichi professionali di cui all’art. 1 del presente Regolamento possono essere conferiti in via diretta, senza l’esperimento di procedure comparative in caso di particolare urgenza, quando le condizioni per la realizzazione delle attività mediante l’esecuzione di prestazioni professionali, non rendono possibile l’esperimento di procedure comparative di selezione.

ART. 8

ISTITUZIONE DI LISTE DI ACCREDITAMENTO DEGLI ESPERTI

1. L’Amministrazione istituisce una o più liste di accreditamento di professionisti suddivise per tipologie di settori di attività.

2. Il responsabile del Settore competente ricorre alle liste di accreditamento per invitare alle procedure comparative di selezione un numero di soggetti almeno sufficiente ad assicurare un’efficace quadro di confronto.

3. Ciascun professionista può essere inserito per ogni specializzazione una sola volta, o come singolo o come facente parte di una associazione professionale.

ART. 9

ISCRIZIONE NELLE LISTE

1. L’iscrizione nelle liste avviene su domanda dei soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

a) iscrizione all’albo professionale;

b) inesistenza di rapporti di lavoro incompatibili per legge con l’esercizio della libera professione.

2. L’esistenza di tali requisiti deve risultare da apposita dichiarazione contenuta nella domanda di iscrizione.

3. Non possono essere iscritti nelle liste i professionisti o studi associati con componenti che:

a) si trovino in una delle situazioni previste dall’art. 38 del D. Lgs. n. 163/2006;

b) hanno un contenzioso con l’Amministrazione Comunale di Terranova di Pollino, sia in proprio o quali rappresentanti legali di persone fisiche e giuridiche.

4. Verranno prese in considerazione le incompatibilità che si dovessero verificare durante la durata del rapporto contrattuale.

5. La domanda dovrà contenere la richiesta delle specializzazioni in cui si desidera essere iscritti.

ART. 10

ORGANIZZAZIONE DELLE LISTE

1. L’iscrizione nelle liste dei soggetti cui è possibile affidare incarichi professionali è promossa da apposito avviso pubblico.

2. Il Comune attua le più opportune forme di pubblicità tra le quali la pubblicazione all’albo pretorio del Comune, l’avviso all’Ordine professionale e la pubblicazione sul sito internet del Comune di Terranova di Pollino.

3. Le liste sono aggiornate ogni anno, previo avviso pubblico.

4. Il responsabile del Settore amministrativo predispone ed approva tante liste quante sono le professionalità e le specializzazioni disponibili.

5. L’iscrizione nelle liste avviene nell’ordine di presentazione delle domande.

ART. 11

CONVENZIONI

1. Gli incarichi devono essere regolati da convenzioni.

2. Non possono essere affidati incarichi per prestazioni generali, periodiche o sistematiche.

3. Nell’atto di convenzione disciplinante gli incarichi, devono figurare chiaramente ed espressamente le seguenti condizioni:

a) la descrizione dettagliata dell’oggetto dell’incarico;

b) il riferimento alla specifica legislazione vigente in materia;

c) il compenso spettante al professionista e le modalità di pagamento;

d) la facoltà di revoca;

e) la permanenza dei requisiti necessari per l’iscrizione negli elenchi;

f) la dichiarazione, da parte dell’incaricato, di non avere in corso comunione d’interessi, rapporti d’affare o d’incarico professionale né relazioni di coniugio, parentela od affinità entro il quarto grado con la controparte ( o con i legali rappresentati in caso di persona giuridica), di non essersi occupato in alcun modo della vicenda oggetto dell’incarico per conto della controparte o di terzi e che non ricorre alcuna altra situazione di incompatibilità con l’incarico accettato alla stregua delle norme di legge e dell’ordinamento deontologico professionale.

5. La domanda dovrà contenere la richiesta delle specializzazioni in cui si desidera essere iscritti.

ART. 12

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEGLI INCARICHI

1. Il Comune è sollevato dall’ incaricato di ogni responsabilità per fatti direttamente o indirettamente connessi allo svolgimento dell’incarico.

2. Qualora l’incaricato non procedesse all’esecuzione dell’incarico affidatogli nel termine assegnato e secondo quanto stabilito nella convenzione oltre che con la perizia e la diligenza che l’incarico richiede, è facoltà del Comune di revocare l’incarico.

ART. 13

COMPENSI E CORRISPETTIVI PER GLI INCARICHI

1. Il compenso dovuto per ciascun incarico conferito deve essere predeterminato alla stipula della convenzione.

2. La corresponsione dei corrispettivi dell’incarico professionale viene effettuata di norma al termine dell’incarico. Può tuttavia, per giustificati motivi, essere previsto che il compenso venga corrisposto a scadenze predeterminate nel corso dell’espletamento dell’incarico con saldo, comunque, al termine di esso.

ART. 14

PUBBLICITÀ

1. Le liste di accreditamento degli esperti esterni sono pubbliche. Ciascun cittadino può consultarle e far pervenire al Sindaco le proprie osservazioni e proposte.

ART. 15

DEROGHE AL REGOLAMENTO

1. Il presente regolamento non si applica agli incarichi di assistenza legale per procedimenti penali o di responsabilità patrimoniale che saranno attivati su istanza o proposta nominativa del soggetto interessato.

ART. 16

CANCELLAZIONE DALLE LISTE DI ACCREDITAMENTO

1. Il responsabile del Settore Amministrativo, che tiene le liste di accreditamento, anche su proposta dei Responsabili degli altri Settori o dell’Amministrazione, dispone la cancellazione dagli elenchi dei professionisti o degli studi associati che:

a) abbiano perso i requisiti per l’iscrizione;

b) abbiano, senza giustificato motivo, rinunciato ad un incarico;

c) non abbiano assolto con puntualità e diligenza gli incarichi loro affidati.

Art. 17

ARBITRATO

  1. Qualora dovesse insorgere una qualsiasi controversia con professionisti o associazione di professionisti e il Comune relativa  all’interpretazione, esecuzione e risoluzione della presente regolamento, le Parti dovranno adoperarsi per una composizione in via bonaria nelle forme e nei modi consentiti dalla legislazione vigente .

ART. 18

ENTRATA IN VIGORE

1. Il presente regolamento entra in vigore a seguito della esecutività della deliberazione che lo approva.